il menù autunnale di umberto

Il nuovo menù stagionale di Umberto nel segno della chiocciola Slow Food!

ottobre 4th, 2018

Cari amici e care amiche, Ottobre è un mese di rinnovamento per Umberto 1916. Il nostro Ristorante centenario, che sorge nel cuore pulsante del quartiere di Chiaia, varia il proprio menù di stagione in stagione, ed è finalmente giunto il momento di mettere da parte il menù estivo e gustarci il nuovo menù autunnale!

Prima di introdurvi le novità dei piatti del menù autunnale, vogliamo segnalare immeditamente una grande novità: da Umberto, in aperitivo potrete scegliere tra quattro cocktail della cultura italiana! Spritz, Negroni, Gin Tonic, Martini Bianco Royale… c’è solo l’imbarazzo della scelta, per un happy hour davvero con i fiocchi.

Le novità del menù autunnale di Umberto 1916 nel segno della Chiocciola Slow Food

Il cambio del menù non è un vezzo, ma è da cento anni, ovvero sin dalla sua nascita, che il Ristorante varia il proprio menù in base all’alternanza delle stagioni. Ed è proprio grazie all’amore che ci mettiamo nella scelta degli ingredienti stagionali – e assolutamente – nostrani dei nostri piatti, alla cura nell’accoglienza dei nostri graditi che Umberto ha potuto conquistare anche quest’anno, per la quarta  volta consecutiva, l’ambito riconoscimento della Chiocciola Slow Food (scopri di più). E proprio per questa occasione nel nuovo menù stagionale abbiamo deciso di segnalare ai nostri graditi ospiti, gli ingredienti slow food che Umberto 1916 utilizza nella realizzazione dei propri piatti: per questo motivo alla fine di ogni piatto realizzato con questi ingredienti troverete l’icona famosissima chiocciolina rossa Slow Food.

In autunno tornano sulle nostre tavole diverse verdure di stagione come friarielli e scarola!

Diamo quindi il benvenuto ai Friarielli presenti nei Paccheri Tricolore, che si accompagnano ai pomodorini del ‘piennolo’ gialli, una tipicità tutta campana. Tra i primi della tradizione non possiamo non citare le nostre Linguine con colatura di alici di Cetara (Presidio Slow Food), oppure i nostri Gnocchi di patate a ‘scarpariello’, ovvero conditi con abbondante pomodorino fresco e confit e una generosa spolverata di Cacioricotta del Cilento (Presidio Slow Food) e pepe. Per i più insaziabili golosi invece vi aspettano i nostri Ziti spezzati alla Genovese ‘ramata’, realizzata con cipolle ramate di Montoro, un Presidio Slow Food avellinese.

E se di mangiare pasta non avete voglia, beh potreste sempre optare per la gustossima zuppa a base di fagioli di Controne (Presidio Slow Food), un evergreen dalle tipiche aromaticità mediterranee.
Per gli amanti del pesce non possiamo non consigliare il nostro baccalà scottato su purea di cicerchie Flegree (altro Presidio Slow food dei Campi Flegrei) alla ‘maruzzara’, oppure il nostro amatissimo calamaro ripieno con friarielli, provola e salsa di pomi d’oro del Vesuvio.

Se invece, non avete voglia né di primo né di secondo, vi consigliamo una nostra pizza tipicamente autunnale – e perché no, anche invernale – ovvero la Pizza Alternativa: realizzata con impasto Bio e guarnita dalle scarole e alici di Menaica ( Presidio Slow Food) e provola d’Agerola DOC.

Ed infine, per dolce se proprio non volete dare spazio al nostro intramontabile Tiramisud, assaggiate il nostro Creme Caramel Tradizionale, realizzato con caramello all’arancia. Bon Appétit!

 

il menù stagionale di umberto

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Free web counter