slow wines umberto

Slow Food, Umberto e gli slow wines della Campania: da sempre un connubio inossidabile

settembre 19th, 2018

Cari amici e care amiche, è appena uscita la nuova Guida di Slow Food Osterie d’Italia 2019, nella quale vengono consigliati 1616 locali del mangiarbene all’italiana, dislocati in tutto il nostro belpaese. Alle osterie migliori viene assegnata la chiocciola, ambito riconoscimento che è paragonabile alla stella Michelin per i ristoranti più rinomati.

Qual è il criterio con cui vengono valutate le osterie ritenute meritevoli della chiocciola? Slow Food tiene in considerazione i locali che si distinguono maggiormente per la proposta gastronomica della cucina, la valorizzazione delle materie prime e l’accoglienza dell’ambiente.

Tali elementi devono essere in sintonia con la filosofia di Slow food, riassunta in tre parole: “buono, pulito e giusto”; anche quest’anno, il Ristorante Umberto è stato insignito della Chiocciola nella Guida alle Osterie d’Italia di Slow Food. Questo riconoscimento per noi è sempre carico di significato: attesta la cura meticolosa nella scelta degli ingredienti di prima qualità per la realizzazione dei noi nostri piatti, e la attenzione all’accoglienza che viene curata in prima persona dalla famiglia Di Porzio. L’utilizzo di materie prime genuine e locali da Umberto non è mai stato fatto per moda né è stato mai dettato da un approccio squisitamente salutista: per noi è stato sempre alla base del nostro modus vivendi ed operandi, radicato cioè nella naturale gestione del nostro Ristorante. Non sbagliamo nel dire che il Ristorante Umberto da  sempre realizza menù stagionali basati sui ritmi della terra e della stagione, non sacrificando mai la qualità del cibo per l’aumento della domanda o per esigenze di budget.

Dalla sua nascita, più di Cento anni fa, il Ristorante Umberto ha posto una cura meticolosa nella scelta delle materie prime impiegate nella realizzazione dei suoi piatti. Ma che dire allora dei vini campani che accompagnano i piatti realizzati in Umberto sempre con ingredienti locali di primissima qualità? Il Vino per noi ha sempre rivestito un posto importante, per cui anche la qualità della materia prima di produzione del vino e il produttore giocavano un ruolo di primo piano nella scelta dei vini che arrivavano alle tavole di Umberto.

Già dagli anni Sessanta Giuseppe Di Porzio, che insieme a suo fratello successe a nonno Umberto nella gestione del Ristorante, si recava personalmente nella prima decade di Ottobre alle pendici dei monti Lattari, per scegliere con cura il Gragnano e il Lettere da servire ai tavoli di Umberto. Osservava i vignaioli che durante la vendemmia dosavano con perizia l’indomabile Piedirosso, l’Aglianico, lo Sciascinoso e le varietà autoctone, prodotte nella zona di Gragnano, Castellamare di Stabia e Pimonte, come il Tintore, S. Francesco e il Castagnara al fine di produrre questi vini così amabili, profumanti e frizzantini, di pronta beva già per il Natale dello stesso anno (scopri di più sulla traffica del vino ).  

L’amore per il vino è rimasto immutato, tanto che Umberto è tra i primi ristoranti a Napoli ad adottare una carta dei vini digitale ed in particolare Lorella Di Porzio, Delegata Regionale delle Donne del Vino della Campania e membro dell’AIS, ha speso molto attenzione e cura nel selezionare i vini che più possano essere rappresentativi del territorio campano ed accompagnare le portate genuine del ristorante.

Per questo motivo nella Carta ‘iVini’ di Umberto sono presenti diversi Slow Wines della Campania, vini cioè che hanno ottenuto il riconoscimento per la particolare capacità di interpretare i valori (organolettici, territoriali e ambientali) in sintonia con la carta Slow Food. In ‘iVini’ troverete quindi vini che hanno ottenuto le chiocciole slow wine 2017 come: Colle Imperatrice Falanghina Campi Flegrei di Cantine Astroni, Fiano di Avellino di Colli di Lapio, Falanghina del Sannio Fois di Cautiero e infine Tresinus di San Giovanni che si è aggiudicato la chiocciola anche per l’anno 2018 .

 

Tags: , , , , , ,

Free web counter